Perché l'origami della gru giapponese?

Sasaki Sadako

Non tutti conoscono la storia di Sasaki Sadako, una delle più celebri vittime della bomba atomica che sventrò la città giapponese di Hiroshima alla fine della seconda guerra mondiale.

A causa delle radiazioni dell'ordigno nucleare Sadako si ammalò di leucemia, ma non si arrese mai. Nella sua lotta estrema contro la malattia si impegnò a realizzare 1000 gru di carta con la tecnica dell'origami perché, secondo una leggenda popolare giapponese, questo le avrebbe permesso di esprimere un desiderio.

Sadako usava qualsiasi pezzo di carta per realizzare gli origami. Anche in ospedale usava le carte dei medicinali, speranzosa che il suo desiderio di guarire si avverasse.

Purtroppo Sadako ha perso la sua battaglia, ma la sua storia è stata di ispirazione per tanti. A Hiroshima è stata eretta una statua in suo onore, che la ritrae con la gru in mano. Ogni anno centinaia di visitatori lasciano ai piedi della statua pensieri e speranze scritti in delle gru di carta. L'origami della gru è diventata simbolo di speranza, di pace e di voglia di lottare per i propri sogni!

Proprio per questo il logo di WeFling è l'origami della gru giapponese: vogliamo far rinascere nelle persone il desiderio di lottare per i propri sogni e il bisogno di vivere appieno la vita in ogni nostra passione!

In WeFling siamo fermamente convinti che se potete sognarlo, potete farlo!